All’interno del progetto teatrale Human Eni, main partner, si inserisce con un percorso di coinvolgimento attivo degli studenti delle scuole superiori di cinque delle città toccate dal tour. 
L’obiettivo è quello di innescare una riflessione tra le giovani generazioni sul tema dei diritti umani, della migrazione e della trasformazione del tessuto sociale, a partire da alcune parole chiave dello spettacolo, UMANO/FUGA/NOI/CONFINI/SGUARDO
Le riflessioni degli studenti daranno vita ad una videoinstallazione che accompagnerà lo spettacolo a Ravenna, Torino, Milano, Mestre e Firenze. Al termine del progetto, gli autori selezioneranno uno tra i racconti scritti dai ragazzi, che diventerà la sceneggiatura di un cortometraggio.

Torino

Un confine è qualcosa di più

di Giovanni Vallauri (17 anni)

Che cos’è un confine?

Un confine non è soltanto una linea che separa noi da loro, ma qualcosa di più.

Un confine difende l’identità di un popolo, la lingua, le caratteristiche della gente.

Un confine non delimita solo un paese dall’altro, ma una religione da un’altra, una tradizione da un’altra e così via.

continua...

Caos

di Alessandra Braguti (17 anni)

Migliaia di persone in fuga.

Migliaia di persone scappano.

Scappano dalla guerra, dalle ingiustizie, dalla povertà, dagli sfruttamenti; scappano dal loro paese, dalla loro stessa casa.

Cercano speranza.

Cercano salvezza.

Lasciano la loro terra:

Disperazione, pianti, urla.

continua...

E se un giorno…?

di Alessio Manica (17 anni)

Noi sappiamo quali sono i nostri obiettivi, i nostri sogni, le nostre priorità, ma cosa accade nei cuori dei ragazzi che si trovano al di là del mediterraneo? Ognuno di loro nasconde una storia che potrebbe essere la nostra, perché, in fondo, gli altri siamo noi.

continua...

Sguardi vuoti

di Chiara Santilli (17 anni)

Lo si vede ai notiziari lo sguardo vuoto dei bambini, fuggiti su un barcone dalla guerra, la stessa guerra che li ha derubati di una casa, una famiglia e del loro diritto di essere bambini spensierati.

continua...

Sguardi e parole

di Carola Aghemo (17 anni)

Aveva 21 anni Teff, quando lasciò l’Albania.

Nella sua mente tutta la povertà che aveva visto con i suoi occhi e toccato con la sua pelle, stava invadendo anche quel poco spazio che aveva gelosamente custodito per i suoi sogni.

Aveva 21 anni, quando decise di scappare da quella vita che gli era stata ingiustamente predestinata.

continua...

Riflessioni

di Luca Corsaro (17 anni)

Immigrati, confini. Italia paese aperto ad ospitare ed aiutare altri popoli oppure no? Questi sono gli argomenti che ci vengono proposti e che vengono affrontati quotidianamente dai media e dai giornali. Nessuno è ancora riuscito a trovare un accordo, tanto meno una soluzione sul da farsi.

continua...

Non siamo tutti uguali

di Riccardo Carriere (17 anni)

Il mio nome è Abasi, scappai due anni fa con la mia famiglia dalla città di Lagos, in Nigeria, a causa degli attacchi dei militanti islamici contro i cittadini.

continua...

Vincitore

Carola Aghemo
17 anni

Video Tappa