HUMAN secondo gli studenti

Sono online i primi racconti brevi scaturiti dalle riflessioni dei ragazzi del Liceo Oriani di Ravenna che hanno partecipato al progetto Human, promosso nelle scuole da Eni. Ravenna, dove lo spettacolo debutterà l’otto luglio 2016, è solo la prima città toccata da questa iniziativa. Nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 il progetto arriverà anche a Milano, Venezia, Torino e Firenze. 

Durante un incontro introduttivo, gli studenti hanno ricevuto sollecitazioni narrative e fotografiche relative al discorso delle migrazioni (attuali e storiche); successivamente è stato loro chiesto di scrivere un racconto breve a partire anche da alcune parole chiave (UMANO/FUGA/NOI/CONFINI/SGUARDO), concetti che hanno orientato la produzione stessa dello spettacolo. 

Nei primi racconti dei ragazzi c’è la voglia di immaginare quello che i telegiornali non raccontano; c’è la voglia di immedesimarsi per meglio comprendere le dinamiche delle scelte e i percorsi delle decisioni; c’è il desiderio di raccontare un universo – quello adolescenziale – che dovrebbe accomunare tutti i ragazzi, a prescindere dalle condizioni in cui ci si trova. Si tratta di riflessioni spontanee e libere, di fantasia ma realistiche. È un linguaggio e un modo di pensare, quello dei ragazzi, cui facciamo sempre poca attenzione e che facilmente tralasciamo. Questi racconti ci illuminano – al contrario - sulla necessità di non trascurarlo quel punto di vista perché spesso contiene soluzioni che gli adulti hanno smesso di immaginare. 

I racconti degli studenti daranno vita a una videoinstallazione che accompagnerà lo spettacolo delle Ravenna, Torino, Milano, Mestre e Firenze. Al termine del progetto, poi, Marco Baliani e Lella Costa selezioneranno un racconto tra i tanti arrivati e questo diventerà la sceneggiatura di un cortometraggio. 

News

Martedì 21 Giugno

Sono online i primi racconti brevi scaturiti dalle riflessioni dei ragazzi del Liceo Oriani di Ravenna che hanno partecipato al progetto Human, promosso nelle scuole da Eni. Ravenna, dove lo spettacolo debutterà l’otto luglio 2016, è solo la prima città toccata da questa iniziativa. Nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 il progetto arriverà anche a Milano, Venezia, Torino e Firenze. 

Giovedì 16 Giugno

Il prossimo 20 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il Teatro Massimo di Cagliari si trasformerà in una speciale agorà per ospitare al suo interno la giornata di riflessioni dal titolo “NOIS – La Sardegna che accoglie. Migranti: da necessità a bisogno”.