Al centro del dialogare, la questione purtroppo sempre attuale dello sfruttamento delle persone, della riduzione in schiavitù degli esseri umani e del traffico di bambini. Secondo il Premio Nobel, non solo i governi devono attuare leggi in grado di proteggere uomini, donne e bambini dal rischio di finire nelle trappole e negli ingranaggi dei “mercanti di esseri umani”, ma occorre fare un ulteriore passo in avanti educando le nuove generazioni a un discorso di libertà ed uguaglianza.

Dopo avere globalizzato molti aspetti della vita dell’uomo, ora il genere umano ha davanti a sé una missione fondamentale: globalizzare la compassione. È questo il passo più importante del cammino dell’uomo e in questo passo occorre mettere tutto l’impegno di cui siamo capaci.  

Lella Costa